Cold Water

Cold Water

Cold Water
29 e 30 dicembre ore 20.30
1 dicembre ore 17.00
Hangar Teatri

Testo di Francesco Guerrera
regia di Valentina Fiammetta Milan
con Kevin Bianco, Alessandro Predonzan, Valentina Fiammetta Milan, Marco Palazzoni, Elena Delithanassis, Ilaria Santostefano, Luigi Orsini
costumi e scene di Francesco Cancian
consulenza artistica di Fulvio Falzarano

Dopo la versione non integrale presentata al TACT Festival, la produzione Teatro degli Sterpi torna sul palco, questa volta in versione completa. Domenica 1 dicembre, un incontro con l’autore Francesco Guerrera accompagnerà lo spettacolo.

Cold Water è un’opera scritta nel 2004 dal giornalista finanziario Francesco Guerrera, già caporedattore finanziario di Wall Street Journal e Financial Times e attualmente Head of International del Dow Jones Media Group.
Sullo sfondo dell’imminente entrata in Borsa del colosso informatico Facesave e della battaglia che le maggiori banche di investimento di Manhattan si preparano a combattere per diventarne il consulente finanziario di riferimento, si dipanano le vicende di un colorito gruppo di trentenni: Simon, Tony, Lauren e Allison.
Simon è un ambizioso broker impiegato presso una delle maggiori banche di investimento della città. È fidanzato con Lauren, brillante e irrequieta curatrice d’arte al Moma, e ha un migliore amico, Tony, impiegato presso una banca rivale. Allison è la fidanzata di Tony e la migliore amica di Lauren, anche lei lavora al Moma, ma presso il dipartimento “Gite scolastiche”.
La vita dei quattro sarà scossa dalla proposta del Boss a Simon di occuparsi dell’affare FaceSave, il trampolino verso un mucchio di soldi e una carriera brillante.
Simon accetta, pur tra qualche perplessità; nell’avventura FaceSave gli viene affiancato Al, un misterioso straniero con conoscenze importanti, venuto da una filiale d’oltreoceano e disposto a tutto per di concludere l’affare.
Simon e Al concluderanno l’affare con successo, ma non senza conseguenze.
Un quadro affatto luminoso dell’umanità nei giorni nostri che accende i riflettori sul senso del denaro e del successo, che svela con crudezza le nostre priorità e che parla in ultima analisi di ciò che desideriamo davvero. Quando siamo in grado di riconoscerlo. Perché sembriamo muoverci in direzioni casuali, spinti da correnti sottomarine che non riusciamo a controllare; in perenne movimento e costantemente bombardati da impulsi sonori e visivi che azzerano le occasioni di silenzio e ascolto, innanzitutto di noi stessi. Impossibile allora poter riconoscere altro al di fuori di noi. Tutto ciò che ci circonda è l’ennesimo mezzo per il raggiungimento di un obiettivo.


Ingresso: 12€ intero, 8€ ridotto. Il ridotto si intende per soci TDS, under18, studenti universitari e over 65.


La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Apertura al pubblico del teatro mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo.


La Stagione della Fenice è organizzata dal Teatro degli Sterpi con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia

Leave a Reply

Your email address will not be published.